Chi siamo e… Perché?

UN ALLEVAMENTO DI OCHE, NON DA CARNE O PIUME

Innanzi tutto sono innamorata della vita, amo tutti gli esseri viventi, infatti sono vegetariana e amo questo nostro paradiso terrestre che si chiama mondo.

Sono convinta, che ognuno di noi, sia nato per fare qualcosa di grande e di importante,e per portare a termine questo “compito” e fare la nostra parte, sarebbe sufficiente, ascoltare il nostro intuito, il nostro istinto, mirando al benessere globale.

Ad un certo punto della vita ho sentito un bisogno incalzante di fare qualcosa di veramente utile e dopo aver cambiato vita e dalla città mi sono trasferita in campagna, si sono verificate delle coincidenze che mi hanno sempre più avvicinata a realizzare il sogno di sempre: vivere in campagna con tanti animali.

PICT2019

“La vita è un unico essere collettivo”

“L’uomo deve cambiare il proprio sistema economico e sociale, cioè, decrescere”

Oggi vicino a me ci sono asini, capre, cani, gatti tacchini, galline, anatre e oche. Ho iniziato ad osservarli per imparare a conoscerli e comprendere le loro esigenze. Certamente le oche sono stati gli animali che mi hanno più incuriosito. Ho scoperto, con mia grande sorpresa, che sono, ghiottissime di erba e  radici quindi vegetariane (come me) praticamente pecore con le ali e nei punti in cui pascolano, ho notato, in un secondo momento, la vegetazione più rigogliosa.

La razza che sto allevando si chiama oca cignoide originaria della Cina, è semiselvatica e a differenza delle oche comuni da cortile, non sono aggressive e non volano, fanno un’ottima guardia difatti, non passa mosca che non venga rilevata e segnalata con il loro starnazzo e non necessitano di cure particolari, sono molto rustiche.

L’ideale per collaborare con l’uomo, peccato che la maggior parte degli uomini non ha ancora realizzato che qualsiasi animale è un perfetto collaboratore, ognuno con le proprie caratteristiche. Purtroppo  si continua a considerarli solo  carne da macello sfruttandoli in maniera assolutamente innaturale. E poi, le oche e soprattutto questa razza, sono molto belle ed eleganti ed in particolare il maschio, ha una postura in verticale facendo sporgere, in modo considerevole, il petto.

La nostra cara terra, ha assolutamente bisogno che si ripristini la  collaborazione tra l’uomo e  tutti  gli altri esseri viventi, se vogliamo mantenerla a noi vivibile. E’ necessario avere, come obiettivo, l’armonia e l’equilibrio per custodirla, rispettarla ed infine consegnarla nella maniera migliore a coloro che verranno dopo di noi.

20150623_114317

E’ solo questione di responsabilità e consapevolezza. Riassumendo, il compito delle oche è quello di diserbare evitando l’uso dei  diserbanti chimici, concimare con le loro feci morbide che si sciolgono immediatamente a contatto con l’acqua, fare la guardia avvisando con il loro verso acuto, abbellire con la loro eleganza ad esempio un giardino, tra l’altro possono convivere tranquillamente con altri animali  domestici: cani, gatti ecc.. ( io ho tre cani che le difendono dai predatori, e cinque gatti che a volte dormono nei loro nidi), senza parlare delle uova che sono delle vere delizie. Se si vuole renderle felici, basta dare loro la possibilità di immergersi nell’acqua, può andare bene  una vasca di plastica tipo quelle per le piante acquatiche e non necessitano di ricovero notturno o di protezione dal freddo, si adattano a qualsiasi temperatura senza problemi e se piove o nevica per loro è uno spasso.

Dove possono essere utilizzate:

  • nei frutteti
  • negli uliveti
  • nei campi
  • in qualsiasi coltivazione che non sia di insalata
  • nel giardino di casa

Insomma in tutti quei luoghi dove non si vuole che cresca l’erba. Può anche essere questa, una piccola/grande rivoluzione, per il buon vivere.

Buona vita e buona convivenza a tutti

Per informazioni sull’acquisto o in generale, non esitate a contattare il numero 349-8397304

Galleria


Sign In